regole del calcio

Regole del calcio, secondo gli Inglesi

Dopo l’interessante articolo “le origini del calcio“, ecco un nuovo e interessante contributo storico sullo sport più bello del mondo.
Le regole del calcio – così come lo conosciamo ora – nascono in Inghilterra, all’incirca nel 1862 quando un giovane accademico britannico decise di metterle tutte insieme e di regolamentare la nuova attività sportiva.

Le regole del calcio: un gioco semplice

regole del calcio

L’immagine del calcio come divertimento riservato alle classi inferiori abbraccia un importante periodo della storia inglese: quello delle public schools e delle università di Oxfrod e Cambridge in particolare.
College che diedero forma e ordine  a ciò che fino ad allora non era stato altro che un gioco violento, praticato da uomini scatenati.

Quasi tutte le public shools e i numerosi club, sviluppatisi rapidamente sulla scia della Rivoluzione industriale, seguivano regole proprie.
Per alcune squadre era lecito toccare la palla con le mani, oppure esisteva un numero limite di giocatori. Altre ammettevano il gioco duro, che altrove era invece assolutamente proibito.

La situazione appariva quantomeno confusa finché nel 1846 all’università di Cambridge, H. de Winton e J.C. Thring fecero il primo tentativo di uniformare le regole.
Dall’incontro con i rappresentanti delle principali public schools uscì il Cambridge Rules.

Purtroppo non esiste alcuna copia del regolamento originario e le prime norme cui si possono far risalire quelle della Football Association sono le norme elaborate da Thring nel 1862, allorché era assistente a Uppingham.
Si tratta di una serie di regole che stavano alla base di quello che egli chiamava the simplest game e sono fondamentali per comprendere lo sviluppo del gioco del calcio così come lo conosciamo.

Le regole del calcio: il gioco più semplice

Ecco le dieci regole elaborate da J.C. Thring nel 1862:

  1. Il gol è valido quando la palla viene spedita oltre la linea di porta o sotto la traversa, tranne nel caso in cui venga segnato con la mano.
  2. E’ possibile utilizzare le mani solo per stoppare la palla e posizionarla sul terreno davanti ai piedi.
  3. E’ consentito dare i calci solo alla palla.
  4. Non è consentito calciare la palla mentre questa è in aria.
  5. Non sono consentiti gli sgambetti né i calci ai talloni.
  6. Quando la palla viene calciata oltre le bandierine laterali deve essere restituita al calciatore che ha effettuato il tiro dal punto in cui ha oltrepassato la linea della bandierina, in linea retta verso il centro del campo.
  7. Se la palla è calciata oltre la linea di porta deve essere rimessa in gioco dalla stessa linea di porta da uno dei giocatori della squadra che ha segnato.
  8. Quando un giocatore deve effettuare un calcio di punizione non vi devono essere altri giocatori nell’arco di sei passi.
  9. Un giocatore è considerato in fuorigioco non appena si trova davanti alla palla e deve dunque ritornare appena possibile dietro alla palla. Se la palla che oltrepassa un giocatore è stata calciata da un suo compagno di squadra, egli non potrà né toccarla, né calciarla, né avanzare finché un giocatore della della squadra avversaria non l’avrà calciata, o finché uno dei suoi compagni di squadra non l’avrà calciata al suo livello o davanti a lui.
  10. Non è consentito attaccare un giocatore in fuorigioco, ovvero quando la palla è dietro al giocatore stesso.

La Football Association

regole del calcio

La Football Association fu fondata nell’Ottobre del 1863 alla Freemasons’ Tavern di Great Queen Street a Londra. Qui i rappresentanti dei principali club si riunirono con l’intento di costituire un’associazione che si ponesse l’obiettivo di definire un preciso codice di norme che disciplinassero il gioco del pallone.

Ci vollero ben sei riunioni per eleggere la prima commissione della Football Association.

Dopo il campionato, fu creata la FA Cup.
Da quel punto in avanti il calcio iniziò a varcare i confini della vecchia Gran Bretagna e…

Non perderti la prossima storia.

[Articolo tratto interamente da ‘The ultimate Encyclopedia of Soccer’,
Carlton Books Limited 1994/1995/1996 e curato da New Editing Srl – Milano nella realizzazione italiana]

Luca Filograno

Referente Provinciale della Figc per le attività di base, docente di Metodologia per i corsi Grassroots Level E. Allenatore UEFA B. Laureato in Scienze e Tecniche Neuropsicologiche. Trainer individuale, formatore e - soprattutto - grande appassionato di calcio giovanile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *